MISURA BANDIERE (cm)
20×30 cm
40×60 cm
70×100 cm
100×150 cm
150×150 cm
150×225 cm
200×300cm
250×375 cm
300×450cm
400×600 cm
Misura su richiesta

TESUTO
Polietere Nautico 110g

Bandiere Olimpiadi

Bandiere Olimpiadi  in poliestere nautico 110 gr. resistente agli agenti atmosferici, estampa directa su tessuto con optimo pasaggio.

Prezzi unitari da €0,55 C/U

Finitures

La bandiera olimpica (Olimpiadi) in poliestere nautico 110 gr. resistente agli agenti atmosferici, estampa directa su tessuto con optimo pasaggio.

La bandiera olimpica è un simbolo dei moderni Giochi Olimpici, una bandiera composta da cinque anelli colorati su fondo bianco. Gli anelli olimpici sono composti da cinque anelli ad incastro colorati di blu, nero, rosso, giallo e verde. L’anello olimpico risale al 1913 quando Pierre de Coubertin, nell’August Revue Olympique, riferì al simbolo utilizzato dal Congresso Olimpico di Parigi nel 1914. L’anello olimpico rappresentava l’unione dei cinque continenti nello spirito olimpico. Tutte le bandiere dei paesi del mondo hanno almeno uno dei cinque colori della bandiera olimpica.

La bandiera olimpica ha un rapporto di 2:3 e il suo utilizzo è rigorosamente regolato dal Comitato Olimpico Internazionale, proprio come gli anelli.

La bandiera olimpica sventola in tutte le cerimonie di apertura dei Giochi Olimpici, dalle Olimpiadi di Anversa del 1920 ai giorni nostri.

Questa è la bandiera con cui si svolge la Cerimonia di Anversa: il sindaco della città organizzatrice la consegna al Presidente del Comitato Olimpico Internazionale, che la consegna al sindaco della città organizzatrice dei prossimi giochi.

Pierre de Coubertin “nella Revue Olympique dell’agosto 1913 riportava il simbolo che il Congresso Olimpico di Parigi avrebbe usato nel 1914:

Lo stemma scelto per illustrare il Congresso Mondiale del 1914: Inoltre, i sei colori (con lo sfondo bianco della bandiera) così combinati rappresentano tutte le nazioni senza eccezioni. Il blu e il giallo della Svezia; il blu e il bianco della Grecia, i tricolori di Francia, Inghilterra e Stati Uniti d’America, Germania, Belgio, Italia, Ungheria, il giallo e il rosso della Spagna insieme alle nuove bandiere del Brasile, dell’Australia e quelle del vecchio Giappone e i giovani cinesi. Ecco un emblema veramente internazionale.1

Allo stesso modo, sulla rivista del Comitato Olimpico Internazionale Olympic Magazine, del novembre 1992, lo storico americano Robert Barney commenta che l’idea degli anelli di Pierre de Coubertin proveniva dall’emblema dell’Union des sociétés françaises de sports athlétiques di due anelli ad incastro (come il classico stemma indicante una coppia di sposi) con i colori blu e rosso su fondo bianco che adottano i colori della bandiera francese, organizzazione fondata dall’unione di due associazioni sportive francesi e che ha diretto il Movimento Olimpico in Francia fino al 1925, che ha diretto e dalle idee dello psicologo Carl Gustav Jung che commenta che il cerchio rappresenta la continuità e anche l’essere umano.2

La teoria più diffusa e più probabile è che i 5 anelli rappresentino i 5 continenti che partecipano alle Olimpiadi, ovvero Oceania, America, Africa, Europa e Asia.

Scopri di più sulla bandiera (wikipedia.org)