Misura Bandiere cm

20×30
40×60
70×100
100×150
150×150
150×225
200×300
250×375
300×450
400×600
Misura su richiesta

Peso del tessuto polietere nautico 110g

Bandiera Serbia

Bandiera Serbia in poliestere nautico 110 gr. resistente agli agenti atmosferici, estampa directa su tessuto con optimo pasaggio.

Prezzi unitari da €0,55 C/U

Finitures

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on email
CODE: BESER Categories , Tags ,

Bandiera Serbia in poliestere nautico 110 gr. resistente agli agenti atmosferici, estampa directa su tessuto con optimo pasaggio.

La bandiera serba è uno dei tricolori panslavi. Consiste in tre fasce orizzontali uguali, rosso in alto, blu nel centro e bianco in basso. La bandiera ufficiale presenta la versione minore dello stemma della Serbia centrato verticalmente e spostato verso sinistra di 1/7 della lunghezza totale. Per l’uso pubblico è permesso l’uso della bandiera senza stemma nazionale.

L’attuale bandiera è stata adottata ufficialmente l’11 novembre 2010 con l’approvazione del parlamento nazionale. Essa è la versione ridisegnata, in base ai parametri dell’araldica serba, della bandiera del 1882 del Regno di Serbia, che è stata reintrodotta il 16 agosto 2004.

Le proporzioni della bandiera sono 2:3 (altezza/lunghezza), con i tre colori che occupano ciascuno un terzo dell’altezza. Le precedenti versioni ufficiali della bandiera (Repubblica Socialista di Serbia e la bandiera usata nel periodo 1991-2004) prevedevano una proporzione di 1:2.

Storia
La bandiera presenta gli stessi colori di quella russa, ma disposti all’inverso. Nel periodo precedente alla prima rivolta serba (1804-1813), una delegazione serba si recò in Russia per ricevere aiuto. La Russia garantì l’aiuto richiesto e le autorità serbe vollero mostrare la loro graditudine chiedendo di poter utilizzare la bandiera russa come bandiera militare durante le battaglie. Ci sono due descrizioni degli eventi successivi: una sostiene che i russi approvarono la richiesta, ma che i delegati, una volta tornati in patria dimenticarono l’ordine dei colori; secondo l’altra versione invece la richiesta venne respinta e i Serbi decisero allora di utilizzare i colori in senso inverso per fare un dispetto ai russi. Il colore rosso simboleggia il sangue che il popolo serbo ha versato per la patria e vi è anche un implicito riferimento alla battaglia di Kosovo Polje. Il colore blu simboleggia il cielo e il mare (va ricordato che fino al 2006 la Serbia disponeva di uno sbocco sull’Adriatico, perso dopo la proclamazione d’indipendenza del Montenegro). Il colore bianco invece rappresenta l’innocenza.

Scopri di più sulla bandiera (wikipedia.org)